"Come una candela ne accende un'altra e così si trovano accese migliaia di candele, allo stesso un cuore ne accende un altro e così migliaia di cuori si accendono" L.N.Tolstoj

sabato 11 luglio 2020

Suoni antichissimi, suoni che guariscono




 I suoni particolarmente rasserenanti o quelli stimolanti possono riuscire a modificare la pressione del sangue, il battito del cuore e anche il ritmo del respiro. Aiutano a lavorare, studiare, leggere, a non arrabbiarsi e perfino fare l'amore. La musica come strumento "terapeutico" e in alcuni casi come elemento complementare indispensabile per la guarigione non è una novità dei giorni d'oggi. Il pensiero e le esperienze di uomini di scienza,antropologi, compositori, filosofi,matematici,pscanalisti concondano nell'indicare le grandi possibilità offerte dalla musica nei diversi campi dell'attività terapeutica. La terapia musicale è una riscoperta nel senso che i poteri terapeutici delle sette note sono conosciuti e utilizzati in molte culture, fin dai tempi più antichi e fungono da valvola di sfogo per l'ansia, che origina lo stress e la depressione le cui conseguenze, spesso, sono dolorosi mal di testa. Molte culture antiche erano a conoscenza che per il benessere dell'uomo, per una giusta armonia con l'ambiente, con il trascendente e nei casi in cui occorreva liberarsi della "malattia" si doveva ricorrere ai poteri della musica. <il compito di utilizzare il canto e la musica era demandato a degli specialisti, gli sciamani, i cosiddetti "uomini- medicina" che conoscevano tutti i segreti del suono, del canto e della musica, considerati le chiavi per aprire i misteri dell'universo, della creazione del mondo, dell'uomo e del suo benessere fisico e spirituale. Mantenere la struttura del corpo umano significava (e significa tutt'ora) conservarne l'armonia, cioè preservarne la salute. Afferma la ricercatrice americana Elisabeth Clare Prophet: "Tutti gli oggetti ( ma anche pensieri, idee) sono forme concentrate e condensate di onde sonore che interagendo costituiscono la struttura di centri di energia nucleare. Creare musica, manipolare musica, ascoltore musica vuol dire percepire il significato che si trova al di là della superficie esterna di un oggetto, di un essere vivente, di una forma di pensiero, vuole dire viverlo come un'esperienza completa ma anche rimoderlarlo agendo sulla sua natura vibratoria. Ecco perchè la musica è essenziale nella vita dell'essere umano". Aggiunge il dottor. Mauro Porta, primario neurologo e critico musicale, nel suo L'uomo e il suono:" Oltre all'emozione, fenomeno universalmente noto, la musica comporta sull'ascoltatore una reazione a carico della sfera vegetativa. Si assiste, per esempio, a modificazioni della pressione sanguinea, della frequenza cardiaca, della respirazione e di altre funzioni vegetative. In questo caso comprendiamo meglio come certe musiche facciano battere il cuore più forte rispetto ad altre o perchè ci si trovi a battere a tempo con il piede certi ritmi. La musica, insomma, va considerata da un lato come un linguaggio non verbale, dall'altro come un formidabile mezzo di comunicazione dell'emotività nonchè un elemento condizionante in varia misura lo sviluppo dell'uomo".

mercoledì 8 luglio 2020

L'albero dei segreti

 

 Benvenuti a Walls of Water piccola località turistica del North Carolina, un luogo dove il mistero è più fitto della nebbia che circonda il paese. Tanto tempo fa, l'imponente palazzo vittoriano in cima alla collina era proprietà della famiglia di Willa Jackson. Poi quell'edificio abbandonato divenne il simbolo della rovina dei Jackson e di tutto ciò da cui Willa aveva deciso di fuggire. Da qualche anno la donna si è rifugiata ai margini della vita del paese, a gestire un negozio di articoli sportivi - rigorosamente biologici - e un baretto dal quale provengono deliziosi profumi di torte e biscotti al caffè per la gioia dei visitatori. Ma un giorno Willa riceve una busta sulla quale riconosce l'elegante firma della sua ex amica del cuore, Paxton Osgood. All'interno, un invito impossibile da ignorare perché riguarda proprio quell'antica dimora di cui ora sono proprietari gli Osgood. Ecco che il passato sembra tornare a perseguitare l'ultima discendente dei Jackson, costringendola a riaprire il cancello del misterioso giardino dove sta per venire alla luce un segreto rimasto sepolto per decenni. Un segreto che cambierà la vita di Willa e della sua amica in un modo che nessuno si sarebbe mai aspettato.

sabato 4 luglio 2020

Storie segrete delle erbe


Sapevi che il rosmarino veniva bruciato come incenso, o che la radice della mandragora era usata negli esorcismi? Storie segrete delle erbe raccoglie le straordinarie (e in larga parte dimenticate) storie di 150 piante, e rivela come le loro proprietà segrete possono ancora essere usate nella culinaria, nella medicina e nella cosmetica.
Troverai i consigli dei contadini del Medioevo per  aromatizzare i tuoi piatti, i rimedi a base di erbe per disturbi digestivi e tosse, e ricette a base di erbe per allontanare gli insetti indesiderati.
Con illustrazioni a colori per ogni erba e note su come coltivarle, Storie segrete delle erbe è una deliziosa cornucopia di antica saggezza sulle erbe.

E.C.

La terapia segreta degli alberi






Una fase di stress o malumore, e subito viene voglia di rifugiarsi nel verde per ritrovare l'equilibrio e sentirci meglio. Pura suggestione? No, il beneficio è concreto e ha radici profonde nella storia dell'evoluzione. All'estero da anni si conducono ricerche scientifiche sull'impatto che il contatto con la natura ha sulla nostra salute: induce calma e serenità, regolarizza il battito cardiaco, modula la pressione arteriosa, diminuisce l'aggressività, aumenta l'energia, stimola la memoria e le capacità cognitive, alza le difese immunitarie e la nostra capacità di contrastare tumori e malattie. Molti studi sono ancora sconosciuti in Italia, dove invece potremmo fruire facilmente della forest therapy, grazie al variegato patrimonio di parchi, boschi e giardini. Ma dove andare, quando e in che modo? In questo libro, per la prima volta, Marco Mencagli e Marco Nieri, professionisti che da tempo lavorano in questo settore, introducono le nuove scoperte scientifiche, spiegano come avviene l'interazione tra piante e organismo e quali effetti può avere sul nostro benessere psicofisico. Dal forest bathing al bioenergetic landscape, ci guidano a capire quali attività sono efficaci e come praticarle per ottenere i massimi risultati; ci aiutano anche a creare un ambiente più sano e confortevole in casa e in ufficio, perché alcune piante purificano l'aria e assorbono gli inquinanti, ci rendono più sereni migliorando il riposo e il buon umore.

E.C.



sabato 16 novembre 2019

Il sortilegio dei numeri

Risultati immagini per numeri 

Care amiche, la matematica è una scienza importantissima, ma che sia magica addirittura...Se oggi oggi questo appare esagerato, non dimendichiamo che per migliaia di anni l'uomo è stato talmente impressionato dai numeri da credere che esercitassero influssi soprannaturali su ogni aspetto della vita. I quadrati magici, per l'appunto, non sono altro che schemi numerici di dimensioni diverse che assumevano vari significati. Nell'Europa medievale, per esempio, era opinione comune che racchiudessero il segreto per trasformare in oro i metalli vili, un sogno lungamente seguito dagli alchimisti. Altri, invece, credevano che essi nascondessero i segreti del cosmo, tanto che i singoli quadrati venivano poi trasformati in amuleti per propiziare la sorte. Questi, per essere davvero benauguranti, dovevano rappresentare i pianeti più significativi sotto il profilo astrologico, viceversa avrebbero portato soltanto rovina e sventura. Interessante, vero?
Voi cosa ne pensate?
A presto 

Emyly